antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

lunedì 1 agosto 2011

Panelle per un panino sostanzioso

 
Uno dei classici più amati tra i cibi da strada palermitani ed è anche l'unica cosa (credo) della nostra cucina locale che prevede l'uso della farina di ceci. Il panino con panelle ben calde, una spruzzatina di limone... e se ci fossero anche le nostre tipiche crocchette si rasenterebbe la perfezione. Pur essendo molto semplice il procedimento il tutto richiede una certa forza muscolare per via del continuo mescolamento, e poi una notevole forza per... ripulire il tegame, ma ne vale decisamente la pena. Non di rado venditori di panelle circondano le nostre spiagge e a  quel punto altro che tramezzino! :D


Panelle
Ingredienti:
500 gr di farina di ceci Molino Chiavazza
1,5 lt di acqua
12-13 gr di sale
q.b. di pepe nero macinato
q.b. di foglie di menta o di prezzemolo fresco tritato
1,5 lt di olio di semi di mais
Limone (facoltativo)

Procedimento:

1) In un tegame dal fondo spesso (e possibilmente antiaderente, altrimenti impiegherete secoli a ripulire il fondo bruciacchiato) versare l'acqua.
2) Unire a pioggia la farina di ceci mescolando con una frusta per eliminare tutti i grumi
3) Regolare di sale e di pepe
4) Mettere il tegame sul fuoco e mescolando continuamente, prima con la frusta e poi con il cucchiaio di legno, assistere all'indurimento del composto che da semi liquido inizierà a diventare sempre più denso (solitamente servono 20 minuti di cottura)
5) Quando inizierà a sbuffare mescolare ancora per almeno 5 minuti, fino a quando le braccia faranno fatica a continuare (consiglio un'alternanza nel mescolamento, io non riesco mai a proseguire con la stessa mano)
6) Prima di togliere il tegame dal fuoco unire la menta tritata o il prezzemolo e mescolare un'ultima volta
7) Quando è ancora caldo versarlo a scelta su uno dei seguenti strumenti: uno stampo da plumcake (come ho fatto io in questo caso) o una bottiglia di latta vuota di olio. Pressare in entrambi i casi per compattare bene il composto. Oppure ungere dei fogli lunghi di carta da forno e con altri fogli schiacciare bene il composto con un mattarello fino ad arrivare allo spessore desiderato, cercare di tenere i bordi simmetrici
8) Far raffreddare 15-20 minuti, a temperatura ambiente 
9) Nel caso in cui lo abbiate messo nello stampo da plumcake dovete estrarlo e adagiarlo su un tagliere, tagliandolo a fette nè troppo spesse nè troppo sottili. Se avete usato la latta di olio (per ottenere così delle panelle rotonde) dovete far scivolare il composto a poco a poco, tagliando a fette. Se avete usato il metodo della carta da forno invece basterà tagliare i bordi per pareggiarli e poi tagliare dalla forma desiderata con un coltello o un coppapasta
7) Friggere le panelle in una friggitrice o in una padella dai bordi alti, facendo in modo che le panelle siano totalmente immerse nell'olio. Friggerne poche per volta facendole ben dorare
8) Scolarle su carta assorbente aggiungendo un altro pò di sale e, a piacere, prezzemolo fresco tritato
9) Farcire gli eventuali panini spruzzando un pò di limone, che renderà il fritto più buono e soprattutto più digeribile


8 commenti:

  1. che bella idea!devono essere buonissime!baci!

    RispondiElimina
  2. Da provare assolutamente...complimenti.


    ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Yle, capito da te sempre quando pubblichi certe delizie... mi ispirano troppo queste panelle... come vorrei assaggiarne una!!!!!!!!
    Peccato che ormai non ho più il tempo di fare niente!!!!
    Bacini

    RispondiElimina
  4. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

    RispondiElimina
  5. La farina ce l'ho...quindi non mi resta che provare!!!!

    RispondiElimina