antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

lunedì 23 maggio 2011

Flavour Art


Non so voi ma io ho sempre avuto enorme difficoltà nel reperire aromi di scala industriale, l'aroma panettone ad esempio l'ho sempre considerato un miraggio eppure dicono sia l'ingrediente "segreto" delle brioches siciliane, quelle col "tuppo". Ecco perchè aver scoperto un negozio on line pronto a esigenze sia dei privati che delle grandi attività mi ha fatto davvero piacere.
La gentilezza e la disponibilità dei responsabili mi fa pensare all'impegno, la costanza e la passione che mettono nel loro lavoro fanno.

Questi aromi "sono prodotti ad alta concentrazione e con pochi Kg di aromi è possibile aromatizzare diverse centinaia di Kg di prodotti alimentari pronti al consumo". 

Ci sono aromi dolci, aromi salati, aromi tropicali, aromi floreali, i prodotti che consentono il fai da te e che possono trasformare tutti in "piccoli chimici" e persino il fumo elettronico per chi decide di uscire dalla dipendenza dal tabacco senza che il passaggio sia particolarmente traumatico.

Mi hanno dato l'opportunità di scegliere gli aromi che userò per le prossime ricette, li ringrazio e gli auguro di proseguire al meglio.

Ecco cosa mi hanno inviato: 

 



Vanillina purissima

 


Aroma Biscotto
Aroma Buttershotch
Aroma Torta di Mele




 Aroma Pistacchio
Aroma Menta Piperita
Aroma Irish Cream

 

Aroma Pandoro
Aroma Panettone
Aroma Croissant









4 commenti:

  1. caspita quanti aromi diversi!!!:O

    RispondiElimina
  2. sarò troppo tradizionale...ma l'aroma di panettone mi fa "specie"...così come quella di biscotto...non so, non so...è un pò come quella pasta sfoglia surgelata che ho trovato al supermercato che contiene grassi vegetali idrogenati e una buona dose di aroma di burro...sono un pò scettica...

    RispondiElimina
  3. Non sono d'accordo di aggiungere gli aromi a ciò che è prodotto in casa. Ho un carissimo amco che lavora in una nota azienda che produce essenze alimentari e dai suoi racconti ho capito che, nonostante non ci sia niente di fuori legge o nocivo, è comunque molto ma molto meglio affidarsi a quelli derivati dagli ingredienti primi che usiamo. E poi, che importa avere un "buon" profuno di dolce se gli ingrdienti che usiamo non sono di buona qualità?

    RispondiElimina