antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

martedì 5 febbraio 2013

Frappe


I dolci di Carnevale per eccellenza, che si chiamino frappe o bugie o chiacchiere. Croccanti, friabili, tremendamente buone. Ho provato a farle anche al forno ma non c'è storia, il fritto vince decisamente. Stavolta ho voluto provare la ricetta di Montersino, differisce dalla "mia" nella parte dei liquidi, qui c'è la presenza di latte e aceto, nella mia c'è la presenza di vino bianco o Marsala. Il risultato è eccezionale e questa forma, che non avevo mai provato, mi piace tantissimo. 




Frappe

Ingredienti:
400 gr di farina manitoba
40 gr di burro
60 gr di zucchero a velo
30 gr di tuorli (2)
85 gr di uova intere (circa 2)
6 gr di lievito per dolci
4 gr di sale
1 gr di buccia di limone (io ne ho messi 3 gr)
1 bacca di vaniglia
10 gr di aceto di vino bianco
40 gr di latte intero

Altro:
Olio di semi per friggere (io uso quello di arachidi)
Zucchero a velo

Procedimento:
1) Nella ciotola di una planetaria (o a mano) mescolare farina e zucchero a velo
2) Unire uova e tuorli sbattuti insieme. Unire poi il lievito, il sale, l'aceto e il latte. Impastare per un paio di minuti (non si otterrà un impasto ben lavorato)
3) Unire il burro morbido poco per volta, aspettando che ogni pezzetto sia bene amalgamato all'impasto
4) Aggiungere infine la vaniglia e la scorza grattugiata di limone
5) Avvolgere la pasta nella pellicola trasparente lasciandola riposare in frigorifero per 12 ore
6) Lavorarla velocemente con le mani, dividerla in più pezzi
7) Stendere ogni pezzo, ben infarinato, col mattarello e poi passarlo nella sfogliatrice partendo dallo spessore più largo fino ad arrivare a quello più stretto (se la pasta dovesse risultare ancora troppo spessa utilizzare nuovamente il mattarello)
8) Tagliare la pasta con la rotella dentata ricavando dei rettangoli da incidere all'interno con uno o due tagli
9) Friggere nell'olio ben caldo (160°C) pochi pezzi per volta fino ad ottenere una bella doratura
10) Scolare le frappe
11) Spolverarle con abbondante zucchero a velo (o a piacere immergerle nel cioccolato fondente)



Consiglio: è fondamentale che la pasta sia stesa sottilmente, questo garantirà una migliore croccantezza e permetterà la formazione delle bolle durante la frittura

6 commenti:

  1. buone, golose carnevalesche. Un saluto

    RispondiElimina
  2. evviva il carnevale che le frappe ci fa fare...!! Montersino è garanzia , le tue frappe sono perfette...bravissima..!!

    RispondiElimina
  3. visto il periodo direi adattissime....baci.

    RispondiElimina
  4. che buone, bravissima!!! :)

    RispondiElimina
  5. Con l'aceto non le ho mai fatte, da provare!
    Buona giornata

    RispondiElimina