antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

giovedì 1 marzo 2012

Frittelle di riso

 
O meglio, frittelle di riso della mamma di Paoletta. Non potevo non provarle... Sono davvero deliziose, croccanti fuori, cremose dentro, e dopo tante ore di riposo sembrano ancor più buone.
Era da tempo che la ricetta era nella lista delle cose da provare. Adesso che so che sono davvero buone, prossimamente proverò la variante, che in realtà fa parte della ricetta classica, con rum ed uvetta. E ho scelto proprio il periodo di Carnevale per prepararle perchè è un dolce tipico toscano del periodo (viene proposto anche per San Giuseppe). 

Al contrario dello scorso anno che ho preparato e fritto di tutto e di più (ravioli dolci con ricotta e cioccolato, donuts colorati, castagnole, ciambelle e kraphen... quest'anno mi sono decisamente limitata e apparte le chiacchiere che non possono mai mancare, ho provato solo queste buonissime frittelle. Spero di rifarmi tra San Giuseppe e Pasqua. Certo che questi 3 mesi sono proprio terribili se si decide di fare un pò di dieta, eh!


Frittelle di riso

Ingredienti:
600 ml di latte intero
150 gr di riso originario
Un pizzico di sale
1/2 buccia intera di limone
2 cucchiaini rasi di lievito per dolci
60 gr di farina 00
40 gr di zucchero
1 uovo medio

Altro:
Olio di semi di arachide
Zucchero semolato

Procedimento:
1) In un tegame scaldare il latte con un pizzico di sale e la buccia di limone
2) Quando il latte è molto caldo versare il riso, abbassare la fiamma e lasciar sobollire pian piano fino. Spegnere il fuoco quando il riso avrà assorbito tutto il latte, nel frattempo mescolare per evitare che si attacchi al fondo del tegame
3) Far raffreddare il riso un'oretta
4) In una ciotola unire la farina, il lievito, lo zucchero e la cannella
5) Unire il riso e incorporare anche l'uovo, mescolando per bene (aggiungere un pò di farina se il composto fosse esageratamente molle)
6) Portare l'olio a 175° (solita temperatura ideale per i fritti)
7) Prendere con un cucchiaino una grossa noce di impasto gettandola nell'olio, proseguendo così fino alla fine, oppure con le mani umide formare delle palline di dimensione regolare e gettarle nell'olio
8) Scolarle su carta assorbente
9) Rotolarle nello zucchero



Ecco perchè sono così cremose...



E con questo semplice dolce della tradizione partecipo al contest "Le ricette della carestia" organizzato dal blog "I pasticci di Luna"

8 commenti:

  1. ecco le tue!!! la ricetta è quasi identica alla mia...anche io l'ho presa da lì e rivisitata un pò! ihihih

    RispondiElimina
  2. pubblichi troppe bontà, non faccio in tempo neanche a provarle tutte ... e va bè intanto ho copiato pure questa...domani le faccio !
    baci, tentatrice!!!!!!!!
    Alice

    RispondiElimina
  3. che buone, io che adoro il riso le devo assolutamente provare, bacio

    RispondiElimina
  4. queste mi mancano!!le segno devono essere buonissime!baci!

    RispondiElimina
  5. Prendo nota perchè mi attirano molto! Ciao

    RispondiElimina
  6. che buoniii, da oggi sono tra i tuoi sostenitori, sei anche tra i miei preferiti...ciao ;)

    RispondiElimina