antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

martedì 8 aprile 2014

Pane, Rosenthal

Tovagliette Green Gate


Non avevo mai sentito il nome di questo pane, penso fosse un nome alternativo alla classica rosetta, ma no ne sono sicura. Quel che è certo è che ho visto questa esecuzione in una puntata di Accademia Montersino e non vedevo l'ora di sfornare questo buonissimo pane.

La forma è graziosa ma la cosa importante è che l'impasto sia di quelli buoni buoni e caserecci. Da provare assolutamente!

Tovagliette Green Gate



Rosenthal

Ingredienti:
500 gr di farina 180 W (di tipo 1; si intende una farina debole, tipo quella per i dolci ma adatta alla panificazione)
28 gr di lievito naturale in polvere (se non si ha si può omettere, non succede  nulla, serve a migliorare i profumi, non per la lievitazione)
4 gr di lievito di birra
300 gr di acqua (a me ne è servita 280 gr)
10 gr di sale

Altro:
q.b. di strutto o olio

Procedimento:
Versare la farina nella bacinella della planetaria. Sbriciolare dentro il lievito di birra e il lievito naturale in polvere (o anche naturale in pasta). Far partire la macchina aggiungendo pochissima acqua per volta, potrebbe non servire tutta (l'operazione deve durare anche 10 minuti, in questo modo le proteine fanno in tempo ad idratarsi poco alla volta). 
Sciogliere il sale in una piccola dose di acqua inserita nella ricetta. L'impasto deve essere molto duro, quindi il sale non farebbe in tempo a sciogliersi da solo, ha bisogno di essere sciolto a parte. Puntare (far riposare) l'impasto un'oretta sul tavolo, coperto dal nylon (essendo duro non si appiccica).
Dividere l'impasto in pezzi non troppo grandi, io ho ottenuto 14 pezzi da 60 gr. Con lo strutto ungere bene tutta la superficie e i bordi dei panetti. Far riposare sul tavolo 15 minuti. Di ciascun panetto sollevare i lembi dell'impasto e portarlo al centro chiudendo in una sorta di fiore, i lembi non vanno premuti e saldati sull'impasto con molta pressione. Con molta delicatezza procedere capovolgendo la pasta in modo da "pirlare" lievemente. Adagiare i panini (poggiati dalla parte del fiore) su una teglia rivestita da carta da forno. Farli lievitare coperti da nylon o pellicola (anche a 30°C) fino al raddoppio. Capovolgerli e infornare in forno ventilato a 220°C per circa 10-11 minuti. 


13 commenti:

  1. Bellissimi! complimenti!
    Melissa di Gustomagico

    RispondiElimina
  2. Alveolato e soffice, neppure noi conoscevamo questo tipo di panino ed ora ne vogliamo uno,anzi due...noi mettiamo il companatico. ti va?^_^

    RispondiElimina
  3. Bellissima la forma!! Non conoscevo questo pane ma mi sembra buonissimo!! E poi Montersino è una garanzia!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  4. meraviglioso!il pane e'una magia!

    RispondiElimina
  5. complimenti ..
    una domanda , ma quando dividi in pezzi di 60 g li arrotoli dandogli la forma tonda oppure li dividi e poi porti i lembi al centro .. ? portando i lembi al centro vanno messi a lievitare dalla parte con i lembi portati al centro?
    scusa se non ho capito molto bene.. sarà la stanchezza ^__^
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lia!
      Si, portando i lembi al centro si forma una sorta di panino circolare, dopodichè capovolgi e fai lievitare, una volta lievitati li giri nuovamente e li cuoci :)

      Elimina
  6. adoro sempre la panificazione un mondo completamente a parte che ti permette di impare sempre qualcosa di nuovo.bellissimi i panini!

    RispondiElimina
  7. Bellissimiii! Complimenti sia per il blog che per le sfiziose ricette !
    ciaooooooo

    RispondiElimina
  8. Li compro sempre in panetteria, sono fantastici, ora grazie a te posso farli a casa, grazie. Ciao Sabrina

    RispondiElimina
  9. Buena combinación un pan perfecto y bello como una rosa,me gusta mucho tu blog Ylenia,abrazos

    RispondiElimina
  10. Buongiorno a tutti...se volessi usare solo lievito madre, come faccio? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, dipende dal tuo lievito madre, solitamente se ne consiglia, se non erro, 150 gr per ogni 500 gr di farina, puoi provare.

      Elimina