antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

domenica 6 marzo 2011

Castagnole


Frittelle buonissime che non avevo mai provato prima d'ora, non fanno parte della tradizione culinaria delle mie parti, ma un blog è anche questo: provare un pò di tutto, lasciarsi tentare da ricette di altre regioni e scoprirne la bontà. L'impasto sembra molto simile alla "pignoccata" solo che le palline, essendo più grandi, sono molto più morbide. Ho visto che le ricette son tante, tantissime, con più varianti, alcuni hanno la ricotta tra gli ingredienti, altri diversi tipi di vini o liquori. Io ho scelto quella di Giallo Zafferano, non so se è fedele all'originale perchè come dicevo no ne avevo mai mangiate prima d'ora, ma sono buonissime e quindi penso proprio che siano queste. L'unico difetto che gli ho trovato è che dopo diverse ore si sono un pò indurite, avrei preferito ritrovarle morbidissime anche a distanza di tempo.



Castagnole

Ingredienti:
200 gr di farina 00 (+ quella per infarinare il piano di lavoro)
40 gr di burro
2 uova medio-piccole
50 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci
La scorza grattugiata di 1/2 limone
1 cucchiaio di liquore mistrà (io ho usato il limoncello)
Un pizzico di sale

1 lt di olio di semi di mais (per friggere)
Zucchero a velo (da cospargere alla fine)

Procedimento:
1) In una ciotola, o in una tazza da robot, versare la farina, le uova, lo zucchero, il burro (freddo, tagliato a dadini), la vanillina, il sale, la scorza di limone, il limoncello e il lievito. Lavorare gli ingredienti fino ad amalgamarli
2) Trasferire il tutto su un piano ben infarinato e lavorare l'impasto fino ad ottenere un panetto morbido ma non troppo molle 
3) Lasciar riposare il panetto qualche minuto, poi formare dei cordoncini di pasta, ricavare tanti pezzetti grandi come delle nocciole e dar loro la forma di palline, lavorandole tra i palmi delle mani
4) Friggere, poco per volta, in olio ben caldo, toglierle solo quando sono ben gonfie e dorate
5) Scolarle su carta assorbente
6) Cospargere lo zucchero a velo o, a piacere, rotolare le castagnole nello zucchero semolato, o ancora, rotolarle nel miele

 

8 commenti:

  1. le adoro letteralmente! ne mangerei un camion intero! da me si fanno simili per la festa del papà e si chiamano le frittelle di san giuseppe.. sono fatte col riso.. buonissime!

    RispondiElimina
  2. mamma mia che bontà!!bravissima!

    RispondiElimina
  3. Mmmmh che profumino, allietare la domenica con questa delizia sarebbe un vero piacere, brava!Baci

    RispondiElimina
  4. Sono giorni e giorni che vedo frittelle di ogni forma e tipo sui blog e io non ne ho mangiata nemmeno una!!!!! Tutta colpa della mia fobia di friggere.. devo proprio superare questa paura... un bacio, buona domenica!!

    RispondiElimina
  5. ciao cara, belle queste frittelle, ben lievitate e fritte bene... si vede... baci ELY

    RispondiElimina
  6. gnammiiiiiiiii che squisitezzaaaaaaa!!! buona domenica con queste delizie!!!

    RispondiElimina
  7. buoooooneee!! ma perchè ho deciso di mettermmi a dieta?!?!?!? uff...

    RispondiElimina
  8. devono esser deliziose ^_^ complimenti ^_^

    RispondiElimina