antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

venerdì 15 aprile 2011

Brioches sofficissime con cioccolato


Da quanto tempo non impastavo qualcosa!! E dire che per i lievitati io ho un amore infinito, sono la categoria che mi dà più soddisfazione. Amo la fase iniziale dell'impasto, veder poi le dita affondare nella pasta che comincia a prendere vita, vedere che lievita e che procede tutto bene, e accendendo la lucetta del forno sbircio quella sofficità che via via cresce ancora, si compatta, si colora. Ah, non rinuncerei mai a tutto questo, oltretutto si tonificano anche le braccia :D perchè nonostante io abbia la mdp (macchina del pane) ho sempre impastato a mano, a volte è un pò faticoso ma solo così sento di aver dato davvero vita a qualcosa :)
Che dire... dopo queste brioches ho fatto tante altre cosette che vi mostrerò presto.

Questo in realtà non è un nuovo impasto, ho già pubblicato qui  ("brioches come nuvole") questo sofficissimo pan brioches, ma stavolta ho provato ad aggiungere qualche goccia di cioccolato all'interno per una dolcezza maggiore (peccato che nella foto il cioccolato sia poco centrato).
Come tutte le cose in cui c'è la manitoba l'estate sembra essere il periodo migliore per la sofficità, lo stesso identico impasto infatti in altri periodi viene meno "magico" e non so neanche spiegarmi bene il perchè, o forse si, questione di temperatura della stanza probabilmente...
Per me però resta il migliore mai provato, e ne ho provati tanti!! L'indomani è però necessario qualche secondo di microonde per scaldare le brioches e farle tornare morbide come appena sfornate :) perchè inevitabilmente si induriranno.



Brioches sofficissime con cioccolato

Ingredienti:
250 gr di farina manitoba Molino Chiavazza
250 gr di farina 00
70 gr di burro morbido 
1 bustina di lievito secco da 7gr (o 1 cubetto di lievito fresco da 25gr)
100 ml di latte
150 ml di acqua
120 gr di zucchero (potete scendere a 100 gr se le volete meno dolci, ma secondo me son perfette così)
1 bacca di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
2 cucchiai di limoncello (o di altro liquore a vostra scelta o di vino bianco)
1/2 cucchiaino di sale

Altro:
70 gr di gocce di cioccolato
1 tuorlo
Un pochino di latte

Procedimento:
1) Si parte col tirar fuori dal frigo il burro, si taglia a tocchetti e lo si lascia ammorbidire mentre si prepara il piano di lavoro e si pesano tutti gli ingredienti
2) In una ciotola si uniscono le due farine insieme alla bacca di vaniglia (o alla vanillina)
3) In un pentolino si scalda leggermente il latte (non deve essere caldo/bollente ma appena appena caldino), e si unisce il lievito e 1 cucchiaino di zucchero (preso dalla quantità prevista), si lascia sciogliere e attivare per 5 minuti (formerà una schiumetta)
4) In un altro pentolino si intiepidisce l'acqua
5) A questo punto si dispone la farina a fontana a e al centro si versa il lievito sciolto nel latte, il burro (ed eventualmente lo strutto) lo zucchero, il limoncello e l'acqua. Si impasta nella ciotola fino a raccogliere tutti gli ingredienti e infine si aggiunge un pizzico di sale (che si mette sempre alla fine perchè non deve incontrare mai direttamente il lievito)
6) Si trasferisce l'impasto su un piano di lavoro infarinato e si prosegue per almeno 10 minuti. L'impasto sarà morbidissimo ma perfettamente lavorabile, anzi, direi proprio piacevole. Vi sembrerà pronto dopo pochi minuti ma fidatevi, più lo lavorate meglio sarà.
7) Accendere il forno a 100° e spegnerlo dopo circa 2 minuti (non di più)
8) Con l'impasto si forma una palla e si mette dentro la ciotola, coperta da un canovaccio, la si lascia lievitare per 90 minuti, dentro il forno chiuso e spento (la ritroverete gonfia e morbidissima!)
9) Si riprende l'impasto e senza lavorarlo ulteriormente si divide in 13-14 pezzi. Per i panini creare dei dischetti spianando la pasta con le mani, mettere al centro le gocce di cioccolato e chiudere "a sacchettino" e non rotolando come fosse una panna, si otterranno delle sfere perfettamente lisce in superficie poichè tutte le grinze andranno sul fondo. Per i cornetti invece si ricavano dei triangoli dalla base stretta, si mettono le gocce di cioccolato e allunga tantissimo la punta e si arrotola partendo dalla base verso la punta. Si possono creare treccine o panini dolci dalle forme più svariate, ripieni anche di marmellata. 
10) Si dispongono su una teglia rivestita da carta forno e si spennella un pò di latte delicatamente. Si lasciano lievitare, sempre dentro il forno spento, altri 60-90 minuti (capirete che è il momento giusto perchè saranno gonfissime)
11) Si spennellano ancora una volta con un mix si tuorlo d'uovo e di latte (se volete un colore delicato usate solo il latte). Potete aggiungere, a piacere, la granella di zucchero in superficie
12) Infornare a 180° per circa 20 minuti (dipende dal forno), aumentando la temperatura per 30 secondi, fino alla doratura superficiale dei pezzi.

11 commenti:

  1. *_* Pure più buone delle mie ;)

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia...a quest'ora di primissimo mattino si soffre a non averne una...buon we, ciao.

    RispondiElimina
  3. che buone devono essere...sembrano molto soffici!

    RispondiElimina
  4. guarda, quella con la cioccolata decentrata me la mangio io...non mi formalizzo :))) bravissima, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  5. non possiamo che ribadire che sei la maga dei lievitati! Queste brioches sono incantevoli, anche noi come te amiamo impastare a mano, Magali si sporca un po' le zampotte, ma anche a lei piace moltissimo. Baciotti e buona domenica Helga e Magali

    RispondiElimina
  6. mmmmmmmmmmmmm...che buoneeeeeeeeeeeeeee!!!!!baci e buona domenica!!!!

    RispondiElimina
  7. mmmmmmmmmmmmmm.... non dico altro...

    RispondiElimina
  8. io ho provato a farle...seguendo pedissequamente le tue indicazioni...ma sono diventate dure come il marmo! non mi vengono soffici..non c'è verso... :-(

    RispondiElimina
  9. Io ho provato le tue "brioche come nuvole" 2 settimane fa!
    Ho preparato l'impasto venerdì pomeriggio dopo il lavoro, l'ho tenuto nel forno acceso al minimo durante la cena ed il seguente riassetto, poi ho formato e riempito i saccottini, i cornetti, i cannoli ecc. ecc. e li ho messi a lievitare in frigorifero per tutta la notte. Sabato mattina li ho lasciati fuori dal forno per 20/30 minuti poi li ho infornati e ti posso assicurare che sono venuti meravigliosamente bene, quindi ... bravissima!

    P.S.: poi quando le pubblico ti avviso così le vieni a vedere!

    RispondiElimina
  10. si può congelare l'impasto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho mai congelato nessun impasto ma si, si può fare tranquillamente

      Elimina