antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

lunedì 8 agosto 2011

Caccavelle alla parmigiana estiva

 
Ed ecco il formato di pasta più grande del mondo, proprio così, con i suoi 50 gr di peso, 9 cm di diametro e 6 cm di altezza ha il primato di essere il formato più grande che possa esistere.
 

Il nome caccavella deriva dal termine dialettale napoletano con cui con caccavella si intende pentolami, attrezzi e "sciocchezzuole" da cucina.
Questa pasta infatti è una ciotola, un guscio in cui il condimento va dentro. Davvero deliziosa. E presentate nelle carinissime cocottine Le Creuset ho creato la caccavella dentro la caccavella, insomma al quadrato.
So che la ricetta classica è col condimento alla sorrentina, io ho scelto una rivisitazione estiva della parmigiana, dico estiva perchè i pomodori son praticamente crudi (sbollentati pochi secondi) e le melanzane grigliate e non fritte.

Caccavelle alla parmigiana estiva

Ingredienti per 2 persone:
2 caccavelle Fabbrica della pasta di Gragnano
6 fette di melanzane
q.b. di parmigiano grattugiato
4 pomodori maturi
Olio, sale
Foglioline di basilico



Procedimento:
1) Lavare, spuntare e tagliare a fette la melanzane. Metterle in acqua e sale per un'oretta o poco meno. Scolarle e passarle nella piastra ben calda e leggermente oliata
2) Versare i pomodori in acqua bollente per 30 secondi, spellarli, togliere la parte verde e tagliarli a metà. Togliere i semi e l'acqua di vegetazione arrivando a fare una dadolata morbida. Salarli e metterli da parte unendo le foglioline di basilico, in modo che si possano profumare
3) Lessare la pasta facendo in modo che ogni caccavella sia ben ricoperta d'acqua, salare e scolare quando è cotta
4) Versare un filo d'olio sulle pirottine
5) Adagiarci le caccavelle


6) Rivestire con una fetta di melanzana


 7) Aggiungere il pomodoro a pezzetti


8) Spolverare il parmigiano


8) Fare altri 2 strati identici di melanzane-pomodoro-parmigiano
9) Irrorare con un filo d'olio
10) Metterle in forno sotto il grill per 3-4 minuti senza far dorare la pasta (altrimenti si indurirà)


3 commenti:

  1. Veramente geniale! E che bella presentazione! E' quasi ora di pranzo qui a Roma...mandamene un pò:)) Mi hai fatto venire fame, io adoro le melanzane! Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Muy rico, lo voy a probar a ver como me queda
    Saludos
    http://empezandoenlacocina.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. presentazione meravvigliosa, pasta ottima. Brava ti darei un premio all'originalità !

    RispondiElimina