antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

giovedì 1 dicembre 2011

Risotto alle castagne con speck e crema di mirtilli


E arriva così il mio mese preferito in assoluto. Io amo tutto di dicembre, sarà che sono nata la Vigilia di Natale, ma vengo letteralmente travolta dall'atmosfera di pace e di festa che si respira. Luci, colori, profumi. Si, sono proprio una dicembrina! Ieri pomeriggio ho preparato l'albero e adornato un pò la casa mentre in sottofondo risuonava "All I want for Christmas is you" di Mariah Carey. (Suppongo che chi odia dicembre avrà la pelle d'oca leggendomi :D) E ad un certo punto aprendo le email ho trovato Daniela che mi comunicava che ho vinto il primo posto al contest organizzato da lei e Liana "Torte Dolci e Salate". Non posso crederci! Non posso proprio crederci dato che la dea della fortuna non sa nemmeno dove vivo... insomma sono felicissima!!! Vi terrò aggiornate :)

Ma andiamo al piatto... un risotto da mangiare caldo, si perchè è uno di quei piatti avvolgenti che rappresentano un pò l'autunno, colori sobri ma profumi e sapori fantastici.
La castagna nel risotto resta molto delicata, lo speck naturalmente dà la sapidita che equilibra il tutto e la crema di mirtilli è uno sfizio che colora e decora il piatto ma che gli dà una nota particolarissima un pò agrodolce, così il piatto stimola davvero ogni papilla gustativa.
L'ideale sarebbe aprire il pranzo o la cena con delle belle caldarroste fumanti magari accompagnate dal vostro vino preferito.



Risotto alle castagne con speck e crema di mirtilli

Ingredienti:
350 gr di riso vialone nano La Pila
150 gr di castagne sgusciate (io ho usato quelle cotte e sgusciate di Life)
1 fetta di speck tagliata spessa
1 litro di brodo vegetale o di carne
1/2 bicchiere di vino rosso
1/2 cipolla bianca
4 cucchiai di parmigiano o grana grattugiato
30 gr di burro
Olio extravergine d'oliva Dante
Un pizzico di sale
Crema di mirtilli al balsamico di Acetaia Leonardi

Procedimento:
1) Le castagne andrebbero sgusciate, tenute in ammollo diverse ore (anche 12) e poi cotte per un'oretta. Io ho saltato il passaggio usando castagne cotte e pelate (ho forato il sacchettino in cui erano chiuse e le ho scaldate 2 minuti al microonde). Tagliarle a pezzettini lasciandone qualcuna intera per la decorazione finale
2) Preparare il brodo e tenerlo ben caldo
3) Tritare la cipolla al coltello
4) Tagliare a dadini o rettangolini lo speck
5) In una padella versare un filo d'olio e far rosolare il trito di cipolla e lo speck
6) Unire il riso facendolo brillare e tostare
7) Sfumare con il vino
8) Unire le castagne e accompagnare il resto della cottura con il brodo caldo, aggiungendone solo quando il precedente è ormai quasi del tutto evaporato
9) Una volta cotto togliere dal fuoco e mantecare con un cucchiaio di crema di balsamico, burro e parmigiano, poi lasciar riposare il risotto per almeno 2 minuti
10) Servire con qualche castagna intera e gocce o strisce di crema di mirtilli (che accompagnerà ed esalterà ogni boccone). Io ho usato un coppapasta a forma di foglia 


Consiglio sul vino: a questo risotto ho abbinato un Merlot del friuli prodotta dall'azienda Arzenton, potete trovarlo sull'enoteca on line Le Cantine dei Dogi (disponibile 24h/24)


E' un vino dal colore rosso intenso, rubino. L'ho scelto perchè ricorda le confetture dolci di ciliegie e lamponi e un pò di liquirizia, e ben lega con la crema di balsamico ai mirtilli e con la corposità dello speck. Va servito ad una temperatura di 16-18 C°.

5 commenti:

  1. Delizioso!Interessante la crema di mirtilli..Ottima presentazione!Brava come sempre

    RispondiElimina
  2. che abbinamento!!!!!!!!! curioso..ciao.

    RispondiElimina
  3. Complimenti per la vincita innanzitutto....!!! ^__^
    E anche per questo risottino, particolare che mi ricorda un pò la tradizione gastronomica di alta montagna... che io adoro fra l'altro... ^__*
    Baci,
    Franci

    RispondiElimina