antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

lunedì 4 marzo 2013

Anelletti di pasta al forno palermitana

Ciotolina Poloplast  

A volte mi metto nei panni di chi viene in Sicilia per la prima volta, sono così tanti i piatti tipici buoni che io non saprei nemmeno da dove cominciare. Chi conosce il mio blog sa che io amo i piatti della tradizione ma mi piace andare anche oltre, è vero però che ci sono sapori legati alla mia terra che il mio palato ama più di ogni altra cosa.
Dire pasta al forno a Palermo non vuol dire cannelloni o lasagne, vuol dire anelletti, un formato di pasta che viene praticamente usato solo per la pasta al forno (anche se sono ottimi anche in brodo), una pasta che trovate in tutte le friggitorie e tavole calde. Le varianti sul condimento sono numerose, ogni famiglia ha la sua versione, chi mette prosciutto a dadini (o mortadella o wurstel), chi no; chi mette uovo sodo, chi no. La mia versione è quella che prepara mia madre, e credetemi se vi dico che è un piatto da 10 e lode, in casa la mangiamo anche 3 giorni di seguito, anzi, ne viene preparata in più proprio per mangiarla più volte, si converva perfettamente, anzi, sembra sempre più buona. 



Anelletti di pasta al forno palermitana

Ingredienti:
500 gr di anelletti
700 gr di passata di pomodoro
250 gr di pisellini finissimi
300 gr di carne macinata (misto di maiale e manzo)
3 cucchiai di trito di verdure (sedano-carota-cipolla)
300 gr di mozzarella
300 gr di besciamella
50 gr di parmigiano o grana grattugiato
1 uovo (facoltativo, serve solo a porzionare meglio)
Olio extravergine d'oliva
Sale
Zucchero
Formaggio grattugiato

Per gratinare:
q.b. di parmigiano o grana grattugiato
q.b. di pan grattato

Procedimento:
1) In un tegame capiente far appassire un trito di sedano-carota-cipolla con un filo d'olio, aggiungere la carne macinata e lasciarla rosolare. Sfumare col vino
2) Unire la passata di pomodoro, regolare di sale e di zucchero, unire i piselli e lasciar cuocere tutto, a fuoco moderato, con un coperchio, per circa 40 minuti
3) Preparare la besciamella
4) A questo punto unire sugo e besciamella
5) Tagliare la mozzarella a cubetti o a fettine
6) Scolare gli anelletti ben al dente e amalgamarli al condimento, unendo l'uovo intero e parte del formaggio grattugiato
7) Cospargere su una teglia olio e pan grattato, sia sul fondo che sui bordi
8) Versare la pasta cercando di livellarla
9) Aggiungere i cubetti di mozzarella uniformemente
10) Spolverare altro formaggio grattugiato e un pò di pan grattato
11) Mettere in forno, già caldo, a 200° per 30 minuti, poi accendere il grill e lasciar gratinare bene la superficie
12) Lasciar intiepidire e poi porzionare

Ciotolina Poloplast 

15 commenti:

  1. Davvero una delizia invitante e ricca di sapore! Mi piace un mondo!!
    Buonissimo lunedì e buonissima settimana :)

    RispondiElimina
  2. Non ho mai assagiato questa pasta ma mi sembra una bontà!! Buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Ylenia a me la Sicilia fa venire in mente le arancine di riso, gli anelletti stupendi e meravigliosi, i dolci.....E' tutto buono lì da voi! Buona serata

    RispondiElimina
  4. Ottimo questo primo piatto! Gustoso e davvero invitante!
    Mari

    RispondiElimina
  5. è proprio quel genere di piatti che con il passare dei giorni acquista gusto!! che buoni!!

    RispondiElimina
  6. Deve essere ottima!!
    Mi piace moltissimo!!
    Unn abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Che fame mi è venuta brava dev'essere squisita :)
    Rosalba

    RispondiElimina
  8. da quanto non ne mangio!!!!!!, che buona..

    RispondiElimina
  9. Io sono originaria della parte orientale dell'isola e anche noi la prepariamo molto volentieri per i pranzi domenicali e anche noi ne facciamo a volontà in modo da poterla gustare anche il giorno dopo. Abbiamo provato a farla cuocere in pentola come una normale pasta ma rimane sempre fin troppo al dente, anche dopo 20 minuti di cottura, per cui il nostro unico impiego è nei primi da fare al forno. Ciao
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. beh non c'è niente da dire..semplicemente perfetta e gustosa...curiosità: dove hai trovato quel piatto? mi piace moltissimo

    RispondiElimina
  11. Li ho mangiati solo una volta e a Palermo....ma mi ricordo ancora il sapore....fantastici!!! un bacione

    RispondiElimina
  12. Yle... che fame che mettono le tue foto! Brava, bravissima come sempre! Bacio

    RispondiElimina
  13. Sono venuta per la prima volta in Sicilia nel 1977 e da allora la amo follemente... per me è la terra delle vacanze, degli amori adolescenziali degli anni più belli! Questa pasta la conosco e posso confermare che è ottima!
    baci
    Alice

    RispondiElimina